Up2Stars: 4 call per un 2022 dedicato alle Start Up

Intesa Sanpaolo e Gellify hanno lanciato Up2Stars, il programma di stimolo e accelerazione di start up mediante 4 call di selezione da febbraio a settembre.

Questo programma è dedicato alle start up innovative che siano italiane o estere ma con almeno una sede operativa in Italia oppure iscritte nell’apposito registro o costituite da meno di 5 anni.

Inoltre per le start up innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle imprese vi sono degli investimenti agevolati.

Con la premessa che le start up sono il motore dell’economia del Paese, l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo e la piattaforma di innovation business Gellify, hanno lanciato il programma Up2Stars.

Si tratta di un programma dedicato alle start up che mira alla loro valorizzazione e ha l’obiettivo di stimolare il potenziale innovativo delle neo aziende, supportandole in un quadro di necessaria transizione digitale ed ecologica.

A tal fine verranno individuate le migliori start up presenti in settori innovativi e verranno sviluppate e facilitate, con un occhio anche al posizionamento rispetto ai competitors.

 

Quali sono i settori innovativi e come funziona il programma?

Si punta a selezionare start up innovative, che sappiano cogliere le opportunità di un mercato in continua evoluzione e che possano fare impresa generando occupazione.

In particolare, i settori in cui queste neo aziende dovranno operare sono quattro:

  • digitale e industria 4.0;
  • agri tech e food tech;
  • medtech e healthcare; 
  • aerospace. 

 

In totale verranno selezionate 40 start up, 10 per ciascuna delle 4 call previste.

Le call avranno cadenza bimestrale e si terranno in febbraio, aprile, giugno e settembre.

Durante l’apertura delle call, le startup potranno presentare la propria auto candidatura al link del programma Up2Stars.

Al termine di ogni bimestre, quando sarà concluso il percorso di accelerazione, le start up parteciperanno al Demo Day di presentazione, un’opportunità per presentare il proprio business e la propria idea ad una platea di investitori e aziende.

Inoltre, il percorso annuale si concluderà con un evento finale in cui le 40 start up protagoniste dell’Up2Stars potranno dedicarsi al networking e fare rete con coach, investitori e aziende già presenti nel mercato di riferimento.

 

Prima call di Up2Stars e valutazione delle candidature

La prima call bimestrale di febbraio vedrà la scadenza per l’invio delle candidature il 27 marzo.

Saranno selezionate 10 start up attive nel settore del digitale e dell’industria 4.0 e in particolare:

  • Anaytics e Intelligenza Artificiale: come deep learning e hyper automation;
  • Interazione uomo-macchina: ad esempio software per la realtà aumentata;
  • Manifattura digitale: come robotica, stampa 3D e interazione macchina-macchina;
  • Cybersecurity: crittografia, sistema si sicurezza dati, eccetera.

 

Una volta ottenute le auto candidature, la valutazione e la selezione sarà effettuata sulla base di 5 punti fondamentali:

  1. Team: inteso come coesistenza di competenze complementari, messa a disposizione di risorse proprie e commitment, abilità nell’attrarre, generando interesse;
  2. Opportunità di mercato: dimensione, entità ed importanza del mercato, ipotesi di crescita e overview della concorrenza;
  3. Prodotto/Servizio: bisogno a cui si risponde, qualità e quantità del fattore innovazione, vantaggi competitivi, fase di sviluppo;
  4. Difendibilità: presenza/assenza di barriere d’ingresso come eventuale proprietà intellettuale, o tempi di ingresso nel mercato da parte dei competitors;
  5. Piano Economico: piano a cinque anni, ipotesi di utilizzo dei fondi raccolti, previsioni sul ritorno sugli investimenti (ROI).

 

I partner del programma Up2Stars

L’attuazione del programma Up2Stars vede la compartecipazione di più partner strategici.

Gellify, piattaforma di innovazione a supporto delle start-up e delle aziende, cura l’erogazione del percorso per le start up selezionate, costruendo un calendario personalizzato di azioni e l’affiancamento di esperti del settore.

Opening Future progetto dedicato allo sviluppo delle competenze digitali, promosso da Google Cloud, Intesa Sanpaolo e Noovle, insieme a Microsoft Italia e Cisco sono i partner che offriranno alle start up tutti gli strumenti e i servizi utili per il percorso di accelerazione, come le licenze software o la formazione tech.

Infine, ELITE (Gruppo Euronext) supporterà la formazione e si occuperà dell’organizzazione di incontri che vedranno la partecipazione delle start up selezionate, prevedendo l’ingresso alla Lounge dedicata, presso la sede di Borsa Italiana, in partnership con Intesa Sanpaolo.

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.