Modifiche al calendario fiscale

Con l’articolo 3, D.L. 73/2022 recante “Misure urgenti in materia di semplificazioni fiscali e di rilascio del nulla osta al lavoro, Tesoreria dello Stato e ulteriori disposizioni finanziarie e sociali” (c.d. Decreto Semplificazioni Fiscali) il Legislatore interviene nella semplificazione del rapporto fisco-contribuente apportando alcune modifiche al calendario fiscale dei contribuenti.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

 

L’intervento legislativo

Al fine di facilitare al contribuente la comunicazione dei dati all’Amministrazione finanziaria il legislatore è intervento su quattro temi:

  • Lipe;
  • modelli Intrastat;
  • imposta di bollo sulle fatture elettroniche;
  • imposta di soggiorno.

 

  • Lipe

In particolare il comma 1 del D.L. 73/2022 prevede il 30 settembre quale data di scadenza per la presentazione della comunicazione dei dati della liquidazione periodica Iva (c.d. modello Lipe) relativa al secondo trimestre, in sostituzione del precedente termine fissato al 16 settembre. 

 

  • Modelli Intrastat

Il comma 2, con l’aggiunta di un periodo finale all’articolo 50, comma 6-bis, D.L. 331/1993, stabilisce che il termine per l’invio degli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie (c.d. Intrastat), può avvenire entro la fine del mese successivo al periodo di riferimento in luogo del precedente termine fissato al giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento. 

 

  • Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Allo stesso tempo, le attuali disposizioni in tema di versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche prevedono che il pagamento del tributo sia effettuato, con riferimento alle fatture emesse in ciascun trimestre solare, entro il:

  • 31 maggio;
  • 30 settembre;
  • 30 novembre.

dello stesso anno, nonché, per il quarto trimestre, entro il 28 febbraio dell’anno successivo.

 

Nel caso in cui l’ammontare dell’imposta di bollo complessivamente dovuta sulle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre solare dell’anno non superi l’importo di 250 euro, il contribuente, in luogo della scadenza ordinaria, può procedere al pagamento entro il 30 settembre, unitamente all’imposta dovuta per il secondo trimestre.

Qualora, poi, l’importo dell’imposta di bollo dovuta in relazione alle fatture elettroniche emesse nei primi due trimestri solari dell’anno, complessivamente considerato, non superi l’importo di 250 euro, il pagamento dell’imposta di bollo complessivamente dovuta sulle fatture elettroniche emesse nei predetti trimestri può essere effettuato entro il 30 novembre dello stesso anno, unitamente all’imposta dovuta per il terzo trimestre.

La semplificazione introdotta dai commi 4 e 5 del decreto semplificazioni riguarda i soggetti di minori dimensioni che emettono un numero di fatture elettroniche relativamente contenuto, in quanto viene incrementato da 250 euro a 5.000 euro il limite di importo entro il quale è possibile effettuare cumulativamente entro l’anno, anziché in modo frazionato, il versamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche emesse nei primi due o tre trimestri dello stesso anno.

 

  • Imposta di soggiorno

Infine il comma 6 prevede il differimento dal 30 giugno 2022 al 30 settembre 2022 del termine di presentazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno per gli anni di imposta 2020 e 2021.

 

Il nuovo calendario

Adempimento Scadenze abrogate Nuove scadenze
Lipe secondo trimestre 16 settembre 2022 30 settembre 2022
Intrastat 25 del mese successivo al periodo di riferimento 30 del mese successivo al periodo di riferimento
Imposta di bollo su fatture elettroniche – 31 maggio;

– 30 settembre;

– 30 novembre;

– 28 febbraio anno successivo.

Se imposta primi 2 trimestri < a 250 euro versamento al 30 settembre 

Se imposta primi 3 trimestri < a 250 euro versamento al 30 novembre

– 31 maggio;

– 30 settembre;

– 30 novembre;

– 28 febbraio anno successivo.

Se imposta primi 2 trimestri < a 5.000 euro versamento al 30 settembre 

Se imposta primi 3 trimestri < a 5.000 euro versamento al 30 novembre

Imposta di soggiorno 30 giugno 2022 30 settembre 2022
Potrebbe piacerti anche