Misure per l’internazionalizzazione delle Imprese

Con la pubblicazione, da parte di Simest-Sace della circolare attuativa dell’intervento “Programmi di inserimento nei mercati esteri” entra dal 6 agosto in vigore il decreto dell’11 giugno 2020 che, anche in attuazione di quanto previsto un anno fa dal Decreto Crescita, e con l’art. 48 del Decreto Rilancio si amplia l’operatività dei finanziamenti SIMEST.

Per quanto riguarda la linea di finanziamenti che sostiene l’ingresso nei nuovi mercati finanziando la realizzazione di strutture commerciali, le principali novità del decreto sono:

  • Possibilità di presentare domande anche per progetti all’interno della UE
  • Possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020
  • Possibilità di ottenere fino al 20% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto
  • Rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE
  • Possibilità per l’impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata
  • Possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano.
  • Incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.

Inoltre, le imprese potranno richiedere fino al 40% del finanziamento a fondo perduto (tranne per il finanziamento Inserimento Mercati Esteri, dove la misura è al 20%), per un importo massimo concedibile a di 100.000 €. Si attende il via libera della Commissione UE per innalzare l’aliquota al 50%.

La modifica prevista dal DL Rilancio è già attiva e sarà valida fino al 31 dicembre 2020

Patrimonializzazione

Beneficiari: PMI con sede legale in Italia costituite in forma di società di capitali.

Requisiti:

  • 3 bilanci approvati e depositati relativi a 3 esercizi completi
  • 35% fatturato estero (media degli ultimi 3 esercizi) del fatturato aziendale totale
  • il livello di solidità patrimoniale dell’impresa, inteso come rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette, deve risultare < 1,60 se manifatturiera o < di 2,60 se commerciale/di servizi.

Attività finanziabili: l’intervento è volto a stimolare, migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese per accrescere la loro capacità di competere sui mercati esteri.

Agevolazione:

  • Finanziamento fino a 800.000 euro, calcolato nel limite del 25% del patrimonio netto dell’impresa richiedente risultante dall’ultimo bilancio depositato. Durata 6 anni di cui 2 di preammortamento.
  • Contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese, massimo € 100.000.

Partecipare a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema

Beneficiari: PMI con sede legale in Italia che abbiano depositato almeno 1 bilancio

relativo a un esercizio completo.

Attività finanziabili: finanzia la partecipazione a fiere e/o mostre da realizzarsi in Paesi extraeuropei. Ogni domanda di finanziamento può riguardare una singola iniziativa in un unico Paese.

Agevolazione:

  • Finanziamento fino a € 150.000, calcolato nel limite del 10% del fatturato dell’ultimo esercizio. Il finanziamento può coprire fino al 100% le spese preventivate. Durata 4 anni di cui 1 di preammortamento.

Contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese, massimo € 100.000.

Inserimento Mercati Esteri

Beneficiari: Imprese con sede legale in Italia con almeno 2 bilanci depositati.

Attività finanziabili: Finanzia l’apertura di nuove strutture o il potenziamento di strutture già esistenti, non configurabili come rete di distribuzione all’estero, volte ad assicurare in prospettiva la presenza stabile nel mercato di riferimento.

Le strutture possono essere costituite da un ufficio, uno showroom, un negozio o corner in un Paese extra Ue.

Agevolazione:

  • finanziamento da 50 mila euro fino a 4 milioni di euro, calcolato nel limite del 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio. Il finanziamento può coprire fino al 100% le spese preventivate. Durata 6 anni di cui 2 di preammortamento.

Contributo a fondo perduto fino al 20% delle spese, massimo € 100.000

Temporary Export Manager

Beneficiari: Società di capitali con sede legale in Italia.

Attività finanziabili: Finanzia l’inserimento temporaneo in azienda di un temporary

export manager. I progetti devono essere finalizzati all’erogazione di servizi volti a

facilitare e sostenere i processi di internazionalizzazione d’impresa in paesi extra-UE

attraverso un apposito contratto di consulenza.

Agevolazione:

  • Finanziamento fino a € 150.000 calcolato nel limite del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi. Il finanziamento può coprire fino al 100% le spese preventivate. Durata 4 anni di cui 2 di preammortamento.
  • Contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese, massimo € 100.000.

E-Commerce

Beneficiari: Società di capitali con sede legale in Italia.

Attività finanziabili: Finanzia lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di un Market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria. I progetti devono riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Agevolazione:

  • Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate fino a un massimo del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi. Importo massimo di 450.000 euro per una piattaforma propria, 300.000 euro per utilizzo di un market place. Importo minimo finanziabile: 25.000 euro.
  •  Contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese, massimo € 100.000.

Studi di Fattibilità

Beneficiari: Imprese con sede legale in Italia con almeno 2 bilanci depositati.

Attività finanziabili: finanzia le attività di studi di fattibilità collegati ad investimenti

italiani in Paesi che non sono membri dell’Unione europea, nonché programmi di

assistenza tecnica collegati a tali investimenti.

Agevolazione:

  • Finanziamento agevolato fino al 100% delle spese preventivate fino a

un massimo del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi. Importo

massimo di 200.000€ per studi collegati ad investimenti commerciali,

350.000€ per studi collegati ad investimenti produttivi. Durata 4 anni di

cui 1 di preammortamento.

Contributo a fondo perduto fino al 40% delle spese, massimo € 100.000

Programmi di Assistenza Tecnica

Beneficiari: A tutte le imprese, in forma singola o aggregata che devono costituire una “Rete Soggetto” con almeno 2 bilanci depositati.

Attività finanziabili: Finanziamento a tasso agevolato delle spese per personale, viaggi, soggiorni e consulenze, sostenute per l’avviamento di un programma di formazione del personale operativo all’estero.

Agevolazione:

Finanziamento agevolato fino a 300.000€, calcolato nel limite del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi. Il finanziamento può coprire fino al 100%

Articoli Correlati

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.