Bando Turismo e Attrattività: aree interne

Finalità

L’intervento sostiene progetti di riqualificazione di strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere e di pubblici esercizi siti nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” e “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” (rispettivamente Cremia, Domaso, Dongo, Dosso del Liro, Garzeno, Gera Lario, Livo, Montemezzo, Musso, Peglio, Pianello del Lario, Sorico, Stazzona, Trezzone, Vercana, Gravedona ed Uniti, Bellano, Casargo, Colico, Cortenova, Crandola Valsassina, Dervio, Dorio, Esino Lario, Margno, Pagnona, Parlasco, Premana, Sueglio, Taceno, Valvarrone, Vendrogno e, rispettivamente, Bagnaria, Borgoratto Mormorolo, Brallo di Pregola, Colli Verdi, Fortunago, Menconico, Montesegale, Ponte Nizza, Rocca Susella, Romagnese, Santa Margherita di Staffora, Val di Nizza, Varzi, Zavattarello).

I progetti candidati devono: afferire ai seguenti temi del posizionamento strategico turistico di Regione Lombardia riportati dettagliatamente nell’allegato 1 del bando:

  • enogastronomia & food experience;
  • fashion e design;
  • business congressi & incentive;
  • natura & green;
  • sport & turismo attivo;
  • terme & benessere.

essere coerenti con la Strategia d’Area “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appen-nino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” di cui alle deliberazioni n. 7883 del 26 febbraio 2018 e n. 7884 del 26 febbraio 2018 prevedere un investimento per un importo non inferiore a 20.000,00 euro (ventimila/00).

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni:

le imprese, ivi comprese le ditte individuali, che possiedono, al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando, i seguenti requisiti:

  1. a) essere PMI secondo i criteri riportati nell’allegato I del Regolamento (UE) n. 651 del 17 giugno 2014;
  2. b) avere sede operativa nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” oppure, se l’impresa è già attiva e costituita altrove, impegnarsi ad attivare una sede operativa nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” entro e non oltre la prima richiesta di erogazione dell’agevolazione;
  3. c) essere regolarmente costituite, iscritte e dichiarate attive al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando;
  4. d) avere agli atti la documentazione attestante il rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza e sostenibilità ambientale;
  5. e) svolgere un’attività classificata con i codici ATECO 2007 (si fa riferimento al codice ATECO – attività principale o secondaria indicata in visura camerale alla data di presentazione della domanda) di cui alla divisione:

55 ALLOGGIO e tutti i sottodigit ad esclusione delle attività di alloggio connesse alle aziende agricole;

56 ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE e tutti i sottodigit ad esclusione del 56.2 e dei suoi sottodigit

i soggetti titolari di attività di bed and breakfast che svolgono attività economica e che possiedono, al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando, i seguenti requisiti:

  1. a) esercitare l’attività di bed and breakfast al numero civico di residenza anagrafica del titolare nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” oppure, se i soggetti risiedono ed esercitano attività

ricettiva di bed and breakfast altrove, impegnarsi a trasferire la residenza nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” ed a esercitare l’attività di bed and breakfast al numero civico della residenza anagrafica nei Comuni delle Aree Interne “Alto Lago di Como e Valli del Lario” o “Appennino lombardo – Alto Oltrepò Pavese” entro e non oltre la prima richiesta di erogazione dell’agevolazione. La residenza anagrafica deve coincidere con la sede di realizzazione del progetto;

  1. b) svolgere l’attività ricettiva alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando;
  2. c) avere agli atti la documentazione attestante il rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza e sostenibilità ambientale;
  3. d) ricavare dall’attività ricettiva un reddito annuo pari ad almeno 5.000,00 euro. In caso di bed and breakfast che hanno intrapreso l’attività ricettiva da meno di 180 giorni alla data di presentazione della domanda, i soggetti titolari dovranno impegnarsi a svolgere

attività ricettiva per almeno 200 giorni e/o dichiarare di essere a conoscenza della circostanza per la quale risulta necessario, ai fini della comprova di svolgimento di attività economica, ricavare dalla stessa un reddito pari ad almeno 5.000,00 euro nel periodo temporale a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro la data di richiesta di erogazione della tranche a saldo dell’agevolazione, pena la decadenza dal diritto al contributo.

I soggetti proponenti, ad esclusione dei soggetti non obbligati alla regolarità contributiva, devono risultare ai fini della concessione del contributo:

  • in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva (DURC), pena la non ammissibilità del soggetto richiedente 
  • con esito negativo relativamente alla verifica ai sensi della normativa in materia di antimafia.

Interventi Ammissibili

Sono ammissibili al bando progetti di sviluppo di riqualificazione di strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere e dei pubblici esercizi che afferiscono ad una o più delle seguenti tipologie di intervento:

  • ristrutturazione e riqualificazione degli immobili/aree destinati ad uso ricettivo o di pubblico esercizio (arredi, attrezzature, ecc.) e/o delle strutture ed infrastrutture complementari direttamente connesse (es. piscine, campi da tennis, aree a verde, parcheggi, ricoveri biciclette, zone fitness, dehors, vetrine, ecc.);
  • acquisto e installazione di attrezzature e/o di tecnologie innovative. Si fa riferimento a tutti i mezzi tecnologici innovativi atti al miglioramento del servizio offerto nonché a migliorie da apportare ad impianti ed infrastrutture (es. sistemi wi-fi, domotica e building automation, soluzioni innovative per il risparmio energetico e per la sostenibilità ambientale, ecc.).

Spese Ammissibili

Le spese ammissibili devono essere riconducibili esclusivamente alle seguenti tipologie:

  1. arredi, macchinari e attrezzature
  2. acquisto di hardware e software
  3. opere edili-murarie e impiantistiche
  4. progettazione e direzione lavori per un massimo dell’8% delle spese ammissibili di cui alla lettera c)

Contributo

Il contributo è concesso a titolo de minimis e nel rispetto dei seguenti massimali:

  • MPMI  contributo 40%, investimento min. € 20.000, contributo  max: € 200.000 
  • Soggetti titolari di attività di bed and breakfast che svolgono attività economica : contributo 40%, investimento min. € 20.000 agevolazione,  contributo max € 15.000.

Apertura Bando

La domanda di contributo deve essere presentata, esclusivamente in forma telematica compilando l’apposita modulistica, dalle ore 12:00 del 10 luglio fino alle ore 12:00 del 16 settembre 2019.

Articoli Correlati

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.